Blog: http://dirittodiresistenza.ilcannocchiale.it

chi ha fame fa la rivoluzione

Faceva più o meno così una canzonetta popolare. Ma spesso le canzonette dicono grandi verità.
Ci si chiede spesso come il popolo italiano sia addormentato e si lasci fare di tutto. La risposta è in questa frasetta: la gente deve avere fame per fare la rivoluzione. Finchè hai il tuo piatto caldo. Il tuo divano. Il tuo televisore. Il tuo grande fratello. Chi te lo fa fare? Ti lasci amorevolmente prendere per il culo.

Il nanoiettatore ha fatto però un errore tattico. E' andato a prendere per il culo gente che aveva fame. Che aveva perso tutto. La casa. Il lavoro. I propri beni. In molti casi anche amici e parenti. E' andato da gente che aveva fame a promettergli dentiere, vestiti fatti su misura, soggiorni in villa, viaggi in crociera.

La gente si fa prendere per il culo spesso. Quando ha fame difficilmente. Difficilmente chi vive in una tenda ama farsi prendere per il culo su quanto ci vorrà a riavere una casa. Non ama farsi prendere per il culo sentendosi dire che lo manderanno in crociera. Non apprezza sentirsi dire che il suo stare in tenda è un campeggio.

Chi ha fame vuole le promesse mantenute. E non lascia correre. Ora si capirà cosa vuol dire che "chi ha fame fa la rivoluzione".

Il nano non può più mettere piede all'Aquila. Ma i cittadini non si accontentano e ora vanno a prenderlo a Roma. 

Se prometti un cellulare nuovo a chi ne ha già uno vecchio e non mantieni la promessa, il truffato non se la prenderà granchè.
Se prometti un pasto a chi è affamato e poi non mantieni la promessa, il truffato ti verrà a cercare.

Andatelo a cercare. Abita a palazzo grazioli. Andatelo a prendere. Se trovate con lui una ragazzina bionda diciottenne da poco lasciatela stare, lei non c'entra. Prendetevela con quello basso con i tacchi e il catrame in testa. Andatelo a prendere.

Pubblicato il 17/6/2009 alle 2.18 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web