.
Annunci online

dirittodiresistenza
Diritto Di Resistenza

Il profilo di Marco Resistenza
Profilo Facebook di Marco Resistenza
Crea il tuo badge
Add to Technorati Favorites
10 novembre 2008
SOCIETA'
il piano di rinascita è realizzato
Molti preferiscono non ricordare questo punto del piano di rinascita democratica: controllare un partito di destra e uno di sinistra.
Come sempre gli allievi hanno superato  il venerabile maestro gelli: berlusconi  controlla prima forza italia e ora con il pdl  quasi tutti i  partiti di destra.
d'alema controllava i ds e ora con il pd  quasi tutti i partiti di sinistra.

Infatti era d'alema che doveva essere eletto segretario del pd, poi arrivarono le intempestive intercettazioni con consorte e d'alema fece un passo indietro. Ma presto prenderà il posto di veltroni.

Questa è la situazione come nel piano della P2 (anzi molto meglio) si controlla la destra e la sinistra. La maggioranza e l'opposizione. Lasciando così credere esista una democrazia scomparsa da tempo.

Posso capire che inizialmente possa sembrare una cosa inverosimile e non si voglia credere che questa è la situazione italiana. Il piano di rinascita è stato realizzato in svariati punti e questo era uno dei fondamentali. E guardando la situazione italiana attraverso questo riferimento si possono finalmente capire le incomprensibili connivenze tra due partiti che dovrebbero essere antagonisti.

L'italia non è più una democrazia.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. p2

permalink | inviato da marco resistenza il 10/11/2008 alle 20:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
24 ottobre 2008
POLITICA
Approfittare della demenza senile
Il senatore a vita francesco cossiga è ormai vittima della più evidente demenza senile. Nell'ultima intervista ha consigliato al governo di infiltrare nei movimenti studenteschi agenti provocatori che sfascino le città per qualche giorno e poi manganellarli a morte con il favore dell'opinione pubblica.
Persone più ingenue potrebbero pensare che la demenza sia nel pensare queste azioni. Non è così. La demenza senile si dimostra nel fare pubblicamente queste dichiarazioni. Il vecchio senatore oramai non riesce a trattenersi e dice al pubblico quello che una volta si faceva in segreto. E' un occasione che non va persa. Intervistatelo su Gladio, l'assassinio Moro, le Stragi, la P2. Chiedetegli cose già chieste questa volta vi risponderà la verità.

E' un occasione troppo ghiotta. Bisogna approfittare di questo vecchio in demenza senile per svelare molti dei misteri itaGliani. E fatelo parlare il più possibile perchè se comincia è chiaro che verrà fatto tacere in fretta.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cossiga moro p2 gladio

permalink | inviato da diritto di resistenza il 24/10/2008 alle 18:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
17 settembre 2008
Chiacchierata con Gianni Barbacetto
Diritto di Resistenza: Come si rapporta un giornalista come te con un sistema dell'informazione chiaramente incentrato sull'asservimento al potere, l'occultamento delle notizie e la disinformazione?

Gianni Barbacetto: Ci sono varie maniere di fare giornalismo. C'è la maniera di chi preferisce servire un sistema di potere che è strettamente collegato con quello politico, economico e finanziario. E c'è chi trova chi più divertente fare i giornalista sul serio. Questa è una divisione trasversale che passa tra i giornali e la televisione.

DDR: Quali sono le caratteristiche di un giornalista libero e quali quelle di un servo?

GB: Il secondo non è un giornalista. Il giornalista deve essere quello che racconta i fatti. E per definizione deve lavorare in maniera critica rispetto al potere. Il resto non è giornalismo.

DDR: Nel sistema italiano è più facile essere un giornalista libero o essere asservito al potete?

GB: In italia i giornalisti sono una sottocasta della casta politica. C'è proprio un filo diretto tant'è vero che le carriere alla rai si fanno grazie alla politica e spesso i giornalisti rai passano a fare politica per poi tornare a fare i giornalisti. Più difficile è trovare spazi facendo i giornalisti veramente.

DDR:  Tempo fa abbiamo visto un video parlamentare dove luciano violante dichiarava la sua connivenza con berlusconi per assicurargli l'eleggibilità, il mantenimento delle televisioni ecc. Secondo te: quale è stato il tornaconto di violante e della sinistra nel fornire queste garanzie a berlusconi?

GB: Violante da molti anni ha sviluppato un suo percorso. Da garanzie a berlusconi. Riconoscimenti ai giovani di salò. Propone di togliere la direzione delle indagini alla magistratura per darla alla polizia, con l'evidente fine dell'autonomia della magistratura. Queste idee da dove vengono. Penso abbia un suo travaglio, travaglio tra virgolette, intimo che lo porta a queste conquiste. Alcuni pensano che violante cerchi di avere ruoli importanti. Sperava in un quadro di vittoria della sinistra di essere candidato alla presidenza della repubblica. Ora, si dice, spera di entrare nella corte costituzionale e qualcuno mette in relazione le sue scelte con questo. Io non so se la ragione è questa o un suo intimo travaglio intellettuale e spirituale.

DDR: Si crede che la loggia P2 sia stata sciolta eppure il suo programma si è realizzato in molti punti oltre le aspettative, è una coincidenza?

GB: Io credo che la p2 non abbia più bisogno di fare la p2. Mentre nelle anni 70-80 era necessaria un'organizzazione segreta con queste finalità eversive. Oggi non è più necessario fare un associazione segreta. Oggi questo stesso programma di eversione lo si dice apertamente. Non serve la tessera della p2 basta avere la tessera di forza italia, an, pd, pdl. Oggi lo si fa a viso scoperto.

DDR: Osservando chi governa il paese ( berlusconi con il pdl) e qual è la più diretta alternativa (veltroni con il pd) si può prospettare in italia un ritorto alla democrazia così come viene intesa in occidente?

GB: E' curioso vedere una sorta di pensiero unico. E che l'opposizione non fa l'opposizione. Ma c'è questa ossessione per l'accordo il dialogo. Che non esiste in nessun paese del mondo. Anche senza essere rivoluzionari una differenza dei programmi nei paesi occidentali c'è. Da noi c'è poco. C'è da capire se nel paese ci sono voci per far nascere un sistema diverso da quello attuale. Quella che una volta veniva chiamata la casta è trasversale. Nel paese c'è molta insofferenza. Ma questa insofferenza non trova sbocchi per concretizzarsi.

DDR: Pensi che questa alternativa possa essere fornita da grillo, di pietro o qualche altra personalità?

GB: Vedo che nel paese c'è una grande area di insoddisfazione per la politica presente. Non vedo a breve come questa insoddisfazione possa diventare politica vincente. Ma l'italia ci ha abituati a cambiamenti rapidi come il crollo della dc. Io non so se questo sistema politico possa crollare. Credo che oggi un indagine giudiziaria non innescherebbe più un bel niente. In questa politica i partiti sono già morti, è un sistema che non ha più senso, ma contemporaneamente i partiti non sono mai stati così potenti. Potenti e lontani dall'opinione pubblica.

DDR: Abbiamo finito. Grazie per la disponibilità e a presto.

GB: Grazie a voi e buon lavoro.
15 settembre 2008
POLITICA
legalizzare il colpo di stato in silenzio ieri ed oggi
Il 25 agosto postai un articolo sulla depenalizzazione del colpo di stato la notizia ha avuto eco su decine di siti e blog ed riportata da beppe grillo. Dopo tre settimane ho fatto un rapido controllo per vedere se qualcuno dei media tradizionali aveva per caso accennato alla notizia.  Magari come nota di colore o perchè no, come frecciatina a licio gelli che si era completamente dimenticato nel suo brillante piano di rinascita democratica di far eliminare la legge che vieta i colpi di stato. Se ci avesse pensato. Bastava così poco. Certe persone percorrono sempre la strada più difficile, quando invece c'è un sentiero facile facile per arrivare alla metà.

Il 13 marzo 2006 sono stati modificati vari articoli del Codice Penale riguardanti gli attentati allo Stato. Di sicuro il paese sentiva un gran bisogno di queste modifiche. La più interessante è la quella dell'articolo 283 del Codice Penale. Così recitava:
'Chiunque commette un fatto diretto a mutare la costituzione dello Stato, o la forma del Governo, con mezzi non consentiti dall'ordinamento costituzionale dello Stato, è punito con la reclusione non inferiore a dodici anni.' E' stato modificato in: 'Chiunque, con atti violenti, commette un fatto diretto e idoneo a mutare la Costituzione dello Stato o la forma di governo, è punito con la reclusione non inferiore a cinque anni'."
Con atti violenti, non attraverso il partito di cui è padrone o corrompendo parlamentari attraverso le loro amanti. Preparati al Golpe, ma non temere se non ci saranno 'atti violenti', sarà perfettamente 'legale'. Per pura coincidenza ricordo che l'articolo 283 è quello che fece processare la P2
25 agosto 2008
POLITICA
Depenalizzazione del Colpo di Stato
Il 13 marzo 2006 sono stati modificati vari articoli del Codice Penale riguardanti gli attentati allo Stato. Di sicuro il paese sentiva un gran bisogno di queste modifiche. La più interessante è quella dell'articolo 283 del codice penale. Così recitava:
" Chiunque commette un fatto diretto a mutare la costituzione dello Stato, o la forma del Governo, con mezzi non consentiti dall'ordinamento costituzionale dello Stato, è punito con la reclusione non inferiore a dodici anni."
E' stato modificato in: "Chiunque, con atti violenti, commette un fatto diretto e idoneo a mutare la Costituzione dello Stato o la forma di governo, è punito con la reclusione non inferiore a cinque anni»."
Con atti violenti, non attraverso il partito di cui è padrone o corrompendo parlamentari attraverso le loro amanti. Preparati al Golpe, ma non temere se non ci saranno "atti violenti", sarà perfettamente "legale". Per pura coincidenza ricordo che l'articolo 283 è quello che fece processare la P2.
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte