.
Annunci online

dirittodiresistenza
Diritto Di Resistenza

Il profilo di Marco Resistenza
Profilo Facebook di Marco Resistenza
Crea il tuo badge
Add to Technorati Favorites
24 giugno 2009
POLITICA
La grottesca vita berlusconiana.
Voglio fare qualche considerazione sull'uomo. Oddio, uomo... sul nano. Abbiamo due fatti che sono tragici se presi singolarmente. Ma diventano grotteschi quando vengono accoppiati. Sono come due sostanze chimiche maleodoranti che mischiate emanano un olezzo pestilenziale.

Partiamo dalla prima. Il nostro ometto è solito durante feste e cene intrattenere gli ospiti cantando e raccontando barzellette. Poco grave se fosse il 20 enne sulle navi da crociera. Peccato che, invece, è il 70 enne primo ministro italiano. Ora immaginatevi il presidente Francese, Spagnolo, Tedesco o di qualunque altro paese che durante le proprie cene passa le ore a fare l'intrattenitore raccontando barzellette e cantando. Attenzione: non una barzelletta o una storiella. Il nostro nano intrattiene per ore gli ospiti a mo di giullare, di cabarettista, come gli artisti che i ricchi invitano alle serate per divertire gli ospiti. Peccato che lui non è Gerry Calà o i Fichi d'India. E' il presidente del consiglio

Questa è la prima sostanza maleodorante. Puzza già abbastanza? Non l'avete ancora provata accoppiata alla seconda. Eccola: ora si è scoperto che alle feste e alle serate piene di donne non si va gratis. E in genere si pensa che, come nelle raccolte fondi per i politici Usa, siano gli invitati a pagare per poter cenare con il leader politico. Non è così. E' berlusconi a dover dare un gettone di presenza ai suoi ospiti. Altrimenti questi non vengono.

Ora sommiamo e vediamo cosa appare: berlusconi durante le sue cene fa il giullare per intrattenere persone che sono pagate per essere presenti. Ve l'avevo detto che è grottesco. Eppure questo si evince dai fatti. Una scena di una tristezza inaudita.

Provate solo a rapportarla al vostro quotidiano: un vostro conoscente organizza cene e nessuno vuole andarci. Allora chiama delle persone che sono pagate per cenare insieme a lui e per ascoltare (e si suppone fingere di ridere) alle sue barzellette. Poi prende queste persone, pagate, e le obbliga ad ascoltarlo cantare.
Cosa direste a questo vostro conoscente? Già, anch'io. Peccato che questo non sia il così detto "scemo del villaggio". Quello che potete dire che, infondo, conoscete alla lontana. Questo è l'uomo (oddio: il nano) che rappresenta l'italia per il mondo.

Questa è la grottesca vita berlusconiana. Silvio chiama il telefono amico quando ti senti troppo solo. Ci risparmi in soldi e dignità. 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi iettatorenano noemi

permalink | inviato da marco resistenza il 24/6/2009 alle 23:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
23 giugno 2009
POLITICA
Il pro-berlusconismo in rete
Si dice che in rete ci siano solo anti-berlusconistii. Non è vero. Ci sono anche pro-berlusconisti. Il problema è che, di solito, il loro pro è più devastante della maggior parte delle critiche. Dato che risponde alla domanda: "ma come sono quelli che lo votano?"

Vi riporto una mail ricevuta. Volevo commentarla punto per punto. Ma non occorre. Ve la copio così come mi è arrivata. Con tutti i suoi slogan presi e ripetuti. Con tutte le balle sentite e ripetute. Un sunto della propaganda berlusconiana. Il maiuscolo è dell'autore. Ed io non ho voglia di convertirla in minuscolo. Perciò ve la lascio "urlata". Buon divertimento:

ORA BASTA DIFENDIAMO SILVIO BERLUSCONI DALLA MENZOGNA


SIAMO STUFI , PRESIDENTE SIAMO CON LEI, SAPPIAMO CHE SE GLI ATTACCHI SONO COSI FORTI E' PERCHE' LA TEMONO , ALTRIMENTI NON AVREBBERO TANTA PAURA DI LEI , LA TEMONO PERCHE' DA 15 ANNI E' IL SIMBOLO DI QUELLI CHE VOGLIONO LA POLITICA DEL FARE E NON LA POLITICA FINE A SE STESSA, SIAMO DAVVERO INDIGNATI, IO CREDO CHE MOLTI UOMINI E DONNE DI SINISTRA DOVREBBERO PENSARE A COME VOGLIONO ANNULLARE IL NOSTRO VOTO, IL VOTO E' SACRO, ANCHE GLI UOMINI DI SINISTRA SE FOSSERO DAVVERO UOMINI DI VERA COSCIENZA DOVREBBERO RIBBELLARSI A QUESTO ASSURDO MODO DI RENDERE INUTILE LA DEMOCRAZIA.

Informazioni di contatto

Ufficio:
VIA LE MANI DAL NOSTRO VOTO
Posizione geografica:
VIA LE MANI DAL NOSTRO VOTO


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi iettatorenano noemi

permalink | inviato da marco resistenza il 23/6/2009 alle 1:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
17 giugno 2009
SOCIETA'
chi ha fame fa la rivoluzione
Faceva più o meno così una canzonetta popolare. Ma spesso le canzonette dicono grandi verità.
Ci si chiede spesso come il popolo italiano sia addormentato e si lasci fare di tutto. La risposta è in questa frasetta: la gente deve avere fame per fare la rivoluzione. Finchè hai il tuo piatto caldo. Il tuo divano. Il tuo televisore. Il tuo grande fratello. Chi te lo fa fare? Ti lasci amorevolmente prendere per il culo.

Il nanoiettatore ha fatto però un errore tattico. E' andato a prendere per il culo gente che aveva fame. Che aveva perso tutto. La casa. Il lavoro. I propri beni. In molti casi anche amici e parenti. E' andato da gente che aveva fame a promettergli dentiere, vestiti fatti su misura, soggiorni in villa, viaggi in crociera.

La gente si fa prendere per il culo spesso. Quando ha fame difficilmente. Difficilmente chi vive in una tenda ama farsi prendere per il culo su quanto ci vorrà a riavere una casa. Non ama farsi prendere per il culo sentendosi dire che lo manderanno in crociera. Non apprezza sentirsi dire che il suo stare in tenda è un campeggio.

Chi ha fame vuole le promesse mantenute. E non lascia correre. Ora si capirà cosa vuol dire che "chi ha fame fa la rivoluzione".

Il nano non può più mettere piede all'Aquila. Ma i cittadini non si accontentano e ora vanno a prenderlo a Roma. 

Se prometti un cellulare nuovo a chi ne ha già uno vecchio e non mantieni la promessa, il truffato non se la prenderà granchè.
Se prometti un pasto a chi è affamato e poi non mantieni la promessa, il truffato ti verrà a cercare.

Andatelo a cercare. Abita a palazzo grazioli. Andatelo a prendere. Se trovate con lui una ragazzina bionda diciottenne da poco lasciatela stare, lei non c'entra. Prendetevela con quello basso con i tacchi e il catrame in testa. Andatelo a prendere.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi iettatorenano noemi

permalink | inviato da marco resistenza il 17/6/2009 alle 2:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte